Skip to main content

Uveite

L’uveite è un termine generico usato per descrivere un gruppo di malattie che causano occhi rossi, dolore oculare e infiammazione. Queste malattie in genere colpiscono l’uvea, lo strato intermedio dell’occhio. ma possono interessare anche altre parti dell’occhio.

Se non trattata, l’uveite può causare cecità permanente o perdita della vista.

Trattamento

La maggior parte delle persone che ricevono un trattamento tempestivo per l’uveite hanno piccoli problemi alla vista a lungo termine. Può essere trattata solo con una cura farmacologica.

[media url=”https://www.youtube.com/watch?v=XWFJqfsQvTI” width=”600″ height=”400″]

 

L’incidenza del diabete è in aumento in tutto il mondo.  Da 171 milioni di persone con diabete nel 2000, si prevede che il numero totale di persone con questa malattia salirà a oltre 366 milioni entro il 2030.

 

Il trattamento Argon laser e’ soppiantato spesso dalla endofotocoagulazione laser in corso di vitrectomia mini invasiva 23 Gauges con rilascio di cortisone.

Dalla letteratura internazionale gli effetti dei vari step di un intervento di vitrectomia mininvasiva:

ASPORTAZIONE DEL CORPO VITREO

RIMOZIONE DELLA MEMBRANA LIMITANTE INTERNA

RIMOZIONE DEI FATTORI DI PERMEABILITA’ PRESENTI NEL VITREO DIABETICO

TRATTAMENTO CONTESTUALE CON TRIAMCINOLONE ACETONIDE NELLA CAVITA’ VITREALE ED ENDOFOTOCOAGULAZIONE LASER

 

 

L’intervento e’ eseguibile in convenzione con la mutua presso la Casa di Cura Suore dell’ Addolorata di Pisa.

 

Per info: darioseverino@gmail.com

 

www-studiooculisticoseverino.it

 

Lars Kruse
lekziano@gmail.com
Emilia-Romagna
+254713000909
Buongiorno – al momento sono in Africa, ma sono tutt’ora residente in prov. di Piacenza. Dovrei operare la cataratta ad entrambi occhi, e la cosa diventa un po’ complicata stando qui. Dovrei quindi programmare un viaggio in Italia e cercare di fare gli interventi nel più breve tempo possibile. Cosa mi consigliate?
Ho letto e accetto l’informativa sulla privacy

Diagnosi

L’equipe di Dr. Dario Severino è esperta nella diagnosi e nel trattamento dell’uveite.

L’uveite colpisce persone di tutte le età, anche i bambini. Le donne e le persone tra i 40 ei 60 anni hanno un rischio leggermente più alto.

Gli operatori sanitari di Dr. Dario Severino in genere classificano l’uveite in base a dove si verifica l’infiammazione oculare.

Tipi di Uveite

Ci sono quattro tipi di uveite.

Uveite Anteriore

Il tipo più comune, l’uveite anteriore provoca infiammazione nella parte anteriore dell’occhio. I sintomi possono comparire all’improvviso e occasionalmente possono risolversi da soli se sono lievi. Alcune persone hanno un’infiammazione oculare cronica e ricorrente che scompare con il trattamento e poi ritorna.


Uveite Intermedia

I giovani adulti sono più inclini all’uveite intermedia. Questa condizione provoca infiammazione nel mezzo dell’occhio. Chiamato anche ciclite o vitrite, colpisce spesso il vitreo, lo spazio pieno di liquido all’interno dell’occhio. I sintomi possono migliorare, scomparire e poi tornare e peggiorare.


Uveite Posteriore

La forma meno comune, l’uveite posteriore colpisce la parte interna dell’occhio. Spesso è anche il più grave. Può interessare la retina, il nervo ottico e la coroide. A volte è chiamato coroidite o corioretinite e può causare sintomi ricorrenti che durano mesi o anni.


Panuveite

Raramente, l’uveite colpisce tutti e tre gli strati dell’occhio. Questo tipo è più grave e aumenta le possibilità di perdita permanente della vista.


Cause e fattori di rischio

L’uveite può svilupparsi in un occhio o in entrambi gli occhi. Può influenzare la retina, l’uvea o la sclera.

Si stima che un caso di uveite su tre non abbia una causa nota. Possono però esserci delle connessioni: ad esempio, le persone che fumano sono più inclini all’uveite. Potrebbe acquisire uveite anche chi ha una infiammazione oculare, derivata da alcune lesioni agli occhi, da infezioni, come il virus dell’herpes, il virus della varicella, la tubercolosi, la sifilide o da malattie infiammatorie, come lupus, IBD e artrite reumatoide.

Si stima che una persona su cinque con uveite svilupperà alta pressione oculare. Questa condizione può portare al glaucoma e alla perdita irreversibile della vista.

I sintomi dell’uveite possono manifestarsi gradualmente o improvvisamente. Potresti sperimentare una visione offuscata, i floater, dolore o pressione agli occhi, sensibilità alla luce, occhi rossi o perdita della vista.

Esame medico di routine

Dr. Dario Severino guarderà l’interno del tuo occhio durante un esame della vista. Un esame oculistico standard di solito include:

Test dell’acuità visiva

Un test dell’acuità visiva valuta quanto bene puoi vedere a una distanza standardizzata. Gli oculisti hanno determinato quale sia la visione “normale” quando si legge a questa distanza e lo hanno confrontato con la tua vista.

Per condurre il test, il medico utilizza una tabella degli occhi posizionata a 20 piedi di distanza che mostra righe di lettere di dimensioni sempre più piccole. Il medico ti chiede di leggere quante più righe possibile senza strizzare gli occhi, a volte coprendo un occhio. Se riesci a vedere chiaramente tutte le lettere, sei considerato avere una visione 20/20.

Il medico potrebbe anche chiederti di leggere alcune righe di una scheda prestampata o di un foglio di giornale. Questo semplice test fornisce allo specialista informazioni su quanto bene puoi vedere da vicino e aiuta a confermare una diagnosi di errore di rifrazione.


Tonometria

Durante un esame di tonometria, noto anche come misurazione della pressione intraoculare, Dr. Dario Severino usa colliri per intorpidire l’occhio, quindi utilizza un dispositivo chiamato tonometro per misurare la pressione all’interno dell’occhio.

Questo dispositivo preme delicatamente contro l’occhio per stimare la pressione, proprio come potresti spremere delicatamente un pallone da calcio per determinare se ha bisogno di più aria.


Esame con lampada a fessura e fondoscopia

In un esame con lampada a fessura e in una fundoscopia, metti il ​​mento su un cuscinetto morbido e tieni la testa ferma mentre il tuo oftalmologo punta un sottile raggio di luce nell’occhio. Il medico usa questo microscopio, chiamato lampada a fessura, per osservare da vicino la cornea, l’iride e il cristallino dell’occhio.

Per esaminare la parte posteriore dell’occhio, o retina, il tuo oftalmologo dilata le pupille con un collirio. Con la pupilla dilatata, il medico cerca eventuali anomalie nella forma o nel colore del nervo ottico, segno che potrebbe essere danneggiato, e della retina, compresa la macula. La macula è responsabile della visione centrale.

Un esame chiamato gonioscopia viene eseguito con la lampada a fessura, durante il quale l’oftalmologo utilizza una lente posta sull’occhio per visualizzare l’angolo tra l’iride e la cornea per determinare se si ha il glaucoma.


Esame della vista dilatato

Per rilevare una uveite, il tuo oftalmologo mette un collirio nell’occhio per dilatare o allargare la pupilla. Ciò consente al medico di visualizzare chiaramente la retina, l’uvea e la sclera.

Farmaci

L’uveite non trattata può portare alla cecità. È importante consultare immediatamente il medico in caso di arrossamento degli occhi, infiammazione o dolore. In molti casi, i trattamenti aiutano a ripristinare la vista perduta; possono anche prevenire più danni ai tessuti e alleviare l’infiammazione e il dolore. Se una condizione di salute ha contribuito all’uveite, il trattamento di quella malattia dovrebbe anche alleviare l’infiammazione degli occhi.

Alcune forme di uveite impiegano molto tempo a scomparire. Alcuni tornano dopo il trattamento. A seconda del tipo di malattia, possono essere prescritti alcuni farmaci.

Antibiotici, antivirali o antimicotici

Questi farmaci trattano l’uveite causata da un’infezione.


Collirio

La dilatazione delle pupille con colliri può ridurre il dolore e il gonfiore. I colliri possono anche impedire che l’iride e la lente si attacchino, una complicazione che può verificarsi con l’uveite anteriore. Il medico può anche prescrivere colliri per alleviare la pressione nell’occhio.


Antinfiammatori steroidei

I farmaci che contengono corticosteroidi alleviano l’infiammazione degli occhi. Questi farmaci sono disponibili in molte forme: gocce, unguenti, pillole orali, iniezioni all’interno o intorno all’occhio, infusioni endovenose o una capsula che il tuo medico oculista impianta chirurgicamente all’interno dell’occhio.


Immunosoppressori

Questi farmaci calmano la risposta del sistema immunitario alle malattie autoimmuni o alle infiammazioni a livello di sistema.

Il tuo fornitore può prescrivere questi farmaci se l’uveite colpisce entrambi gli occhi, non risponde agli steroidi o minaccia la tua vista. Puoi assumere il farmaco per via orale sotto forma di pillola, iniezione o infusione endovenosa in vena.

Soluzioni intermedie

Difficilmente sappiamo le cause della maggior parte dei casi di uveite. Di base non c’è molto che puoi fare per prevenire la malattia.

Fare il possibile per mantenere una buona salute degli occhi è sempre saggio. Ottenere assistenza per malattie, infezioni o altre condizioni di salute legate all’uveite può aiutare a proteggere la vista. Puoi anche ridurre il rischio smettendo di fumare.

Chirurgia

Non esistono interventi chirurgici per trattare l’uveite.

Recupero e Supporto

La maggior parte delle persone che ricevono un trattamento farmacologico tempestivo per l’uveite hanno piccoli problemi alla vista a lungo termine. I trattamenti possono fermare la progressione della malattia e ripristinare la vista perduta. Le forme gravi possono richiedere un trattamento a lungo termine.

Se hai condizioni che ti mettono a rischio di uveite, sono essenziali esami oculistici regolari. Parla con il tuo oculista ogni volta che hai occhi rossi, dolore oculare o infiammazione.

wgas@libero.it
Balestri Anna

Open chat
💬 Hai bisogno di aiuto?
Ciao 👋
Come posso aiutarti?